Tesi di Laurea in Progettazione Architettonica


Rovine, Archeologia del Futuro.

Memento Vivere.
Castelluccio di Norcia, 2017

Relatore: Luca Galofaro
Correlatore: Giulia Menzietti


 

Solitamente, quando si verificano eventi catastrofici come un sisma, una cosa che risulta immediato fare è valutare i danni, sia in termini economici sia in termini di vite umane, per poi passare alla com- memorazione dei luoghi e delle vite distrutte.

Quello che il progetto si propone di fare non è di rendere omaggio soltanto a ciò che è andato perso o distrutto, ma di concentrarsi su ciò che rimane vivo all’interno del paese e a coloro che sono sopravvissuti.

Una grande influenza è data dalla Fioritura, un evento molto importante per CastelLuccio, poiché rappresenta la Natura che crea, contrapposta a quella del Terremoto che distrugge.

 

Questi due aspetti dello stesso elemento convivono all’interno di un paese che ormai è composto in gran parte da macerie; tra queste troviamo anche quelle della Chiesa di Santa Maria dell’Assunta (1500) che era, fino a poco tempo fa, il principale centro di aggregazione e uno dei simboli più importanti del luogo.

 

Dal momento che questo edifico è scomparso, quello a cui mira il progetto è creare qualcosa di assolutamente nuovo, ma che riesca ad assolvere alla funzione di coesione tra individui e che rievo- chi la memoria storica del luogo.

 

Per questo motivo, le sembianze del nuovo edificio rimanderanno a quelle dell’antica chiesa, così da creare continuità tra vecchio e nuovo, tra vita e morte.

Due sono gli aspetti fondamentali in base a cui si articola il progetto: il buio e la luce. Infatti, la parte inferiore dell’edificio è massiccia, In calcestruzzo, quasi brutalista e molto buia.

L’unica fonte di luce è data dal grande rosone centrale, che crea un’atmosfera molto evocativa.Al contrario, la parte superiore è costituita da una struttura a telaio di acciaio bianco, completamente aperta, che riflette la luce e, in senso lato, la vita, permeandosi di essa.

Da questa grande terrazza panoramica è possibile ammirare tutto ciò che si trova nel paesaggio circostante, ovvero quella Natura che resiste e rinasce continuamente.

 

Tuttavia, questo edificio, non ha una funzione specifica, poiche, essendo costruito per gli abitanti del paese, saranno loro a scegliere come utilizzarlo, in base a delle necessità reali.

In questo modo tutti potranno usufruirne e renderlo essi stessi un nuovo centro, qualcosa in cui tutti possano riconoscersi e che possa ricordare il passato, proiettandosi nel futuro.

  • Nero icona di Google Play
  • Black Icon Pinterest
  • Black Icon YouTube
  • Black Icon LinkedIn
  • Black Facebook Icon
  • Black Instagram Icon